Il Pixel 6 potrebbe venire con il processore ARM personalizzato di Google

Telefono

[ad_1]

Questo sito può guadagnare commissioni di affiliazione dai link in questa pagina. Termini di utilizzo.

Google è stato duramente criticato l’anno scorso per la sua decisione di saltare il chip Snapdragon 865 di fascia alta di Qualcomm. Invece, il Pixel 5 di Google sfoggiava il più economico system-on-a-chip (SoC) 765. L’ammiraglia Pixel più economica era un rischio e non ha pagato. Il Pixel 6, tuttavia, potrebbe uscire oscillante. Secondo i documenti trapelati riportati da 9to5Google, i telefoni Pixel di sesta generazione potrebbero essere i primi ad avere i chip ARM personalizzati di Google, che si dice abbiano il nome in codice Whitechapel.

Google ha accumulato competenze per sviluppare i propri chip per diversi anni, ma la società non ha parlato pubblicamente dei suoi progressi. Deve essere abbastanza lontano se i telefoni alimentati da Whitechapel verranno spediti entro la fine dell’anno. Il chip in questione è chiamato internamente GS101, che secondo 9to5 potrebbe significare “Google Silicon”.

Apple ha riscontrato un grande successo con i suoi design SoC ARM. A differenza di altri produttori di chip, Apple utilizza core completamente personalizzati che si collegano al set di istruzioni ARM. Ciò ha consentito ad Apple di inserire processori estremamente potenti anche nei suoi iPhone meno costosi. Non è chiaro se Google stia seguendo il percorso completamente personalizzato, ma questo è un rischio. Nvidia ha tentato di creare il proprio core ARM, noto come Denver, nel 2014. Il Google Nexus 9 è stato l’unico dispositivo fornito con un SoC Tegra basato su Denver e le prestazioni erano pessime. Anche Qualcomm, che progettava i propri core, ha apportato solo piccole modifiche ai core di riferimento ARM nelle ultime generazioni.

Qualcomm-865-Funzione

Insieme al SoC Whitechapel, i documenti trapelati di Google menzionano “Slider”, che si ritiene sia la piattaforma condivisa per i primi dispositivi Whitechapel. Ci sono anche riferimenti a Samsung associati a Slider, che conferma le precedenti affermazioni secondo cui Samsung stava lavorando con Google al progetto. Sembra che Whitechapel stia attraversando la divisione di integrazione su larga scala (LSI) di Samsung, suggerendo che condividerà alcune funzionalità con i chip Exynos di Samsung.

I chip Snapdragon di Qualcomm sono sostanzialmente incontrastati nella fascia alta del mercato. Secondo quanto riferito, alcuni OEM si sono anche lamentati del costo dei SoC e dei modem abilitati per il 5G dell’azienda. Il progetto di Google potrebbe non solo aumentare le prestazioni di Pixel e abilitare nuove funzionalità, ma potrebbe anche rendere i telefoni più economici.

Non sapremo se questo rapporto sarà accurato fino alla fine del 2021, quando appariranno i nuovi dispositivi Pixel (o fino a quando non avremo perdite più corroboranti). Attualmente, la voce indica due dispositivi, nome in codice “Raven” e “Oriole”, uno dei quali è il Pixel 6. Possiamo solo sperare che l’altro sia un 6 XL e non un altro strano anche come il Pixel 4a 5G.

Ora leggi:


[ad_2]

Source https://www.extremetech.com/mobile/321498-the-pixel-6-might-come-with-googles-custom-arm-processor