Recensione del gioco Rage 2: Brutal Desert Carnage

Games

[ad_1]

Giocare a Rage 2: cosa ci è piaciuto

Rage 2 segue lo stesso percorso che molti sparatutto 3D hanno già intrapreso e mette tutto in un enorme mondo aperto: un parco giochi per duri scontri a fuoco. Controlliamo il personaggio selezionato da una prospettiva in prima persona e sin dall’inizio interagiamo con un gran numero di mutanti e gruppi di persone ostili. Di tanto in tanto hai a che fare con enormi capi XXL che possono sopportare più di una porzione di piombo.

Dopo una breve introduzione, che per iscritto ci racconta le basi del gioco, possiamo iniziare a svelare i misteri dell’open world. Nelle terre desertiche ci sono tantissime location dove è facile iniziare una vera carneficina: dai piccoli luoghi di detenzione degli avversari che vogliono liberarsi, alle grandi città, in cui gli eventi richiedono tutte le munizioni e i kit di pronto soccorso.

Rage 2 si concentra sul combattimento ravvicinato, e questo è il suo punto di forza. Pertanto, il gioco è molto più vicino ai classici sparatutto 3D come Quake che a leader moderni del genere come Call of Duty o Battlefield.

Dopo aver trascorso un paio d’ore su Rage 2, inizi a ricordare Far Cry 5 – infatti, il mondo aperto è costruito qui allo stesso modo. Più e più volte, man mano che la storia procede, ci imbattiamo in campi pieni di avversari o punti di interesse in cui possiamo migliorare le nostre abilità. Questo principio è inizialmente piacevole, soprattutto quando si tratta di un gameplay sparatutto chiaro e fulmineo.

Recensione del gioco Rage 2: Brutal Desert Carnage

Visivamente, il gioco fa anche una buona impressione, almeno quando si guarda il tutto. Il mondo di Rage 2 è costituito principalmente da aree desertiche, tra le quali le città e gli hotspot sono particolarmente belli. Qui, naturalmente, c’è una certa risonanza nella combinazione di colori, che conferisce al gioco un aspetto insolito, che risalta piacevolmente sullo sfondo degli onnipresenti colori marrone e grigio di altri sparatutto open world.

Inoltre, molti modelli di personaggi e nemici sono molto belli e belli, specialmente eroi con nomi da vicino. Oggi possiamo parlare solo della versione PC: con il corrispondente potente computer, produce una grafica estremamente meravigliosa. Possiamo anche lodare il lavoro dei presentatori che danno intonazioni meravigliose ai loro personaggi. Infine, vorrei citare la colonna sonora rock principale, che è ben mixata e si adatta perfettamente alla trama.

Playing Rage 2: cosa ci è piaciuto di meno

L’avventura nel mondo aperto è già all’ordine del giorno. Le gemme del genere come Red Dead Redemption 2 di Rockstar sono un’eccezione. Nella maggior parte dei casi, gli sviluppatori combattono per dotare il mondo di gioco aperto di qualcosa di importante, per progettarlo in modo vivace e interessante, senza riempire lo spazio con gli stessi elementi standard.

Quando si tratta solo di qualcosa che accade sullo sfondo di questo mondo, alla fine acquisisce solo un significato condizionale dell’esistenza, e il suo passaggio diventa più come un fastidioso compito obbligatorio, e non come una sandbox di possibilità illimitate. Questi erano i difetti che aveva Far Cry 5 e Rage 2 non poteva evitarli.

Recensione del gioco Rage 2: Brutal Desert Carnage

Come accennato dal lato positivo, ci sono molte cose che puoi fare qui ed è divertente, soprattutto all’inizio. Ma nel tempo, il concetto perde la sua lucentezza e, dopo un po’, i pensieri sembrano che sia più facile superare i numerosi punti caldi, perché tutto sta accadendo lì che era cinque minuti fa.

Un destino simile tetro è condiviso dai personaggi di Rage 2. Tutto inizia con il personaggio principale, che irradia tanta energia quanto il ragazzo senza nome di Quake, ma si distingue per i dialoghi in stile azione sciocchi. E se passassimo al livello Duke Nukem, allora potremmo semplicemente divertirci, ma questo scenario sembra più sciocco che atmosferico.

Recensione del gioco Rage 2: Brutal Desert Carnage

Se guardiamo alla maggior parte delle storie dei personaggi, non c’è niente di meglio. L’unica eccezione è la compagnia di Mutant Bash TV, che dà un buon umore durante le divertenti chiamate di sparatutto; si l’istintivo Klegg Clayton che parla solo con veri campioni e si presenta giustamente altezzoso. Tuttavia, anche da queste cifre, Rage 2 spreme troppo poco, permettendo loro, dopo pochi minuti di interazione, di inasprirsi semplicemente in sottofondo: è un peccato.

La nostra recensione per Rage 2

Rage 2 è uno sparatutto 3D open world colorato, bellissimo e mostruosamente brutale. Il gameplay ruota attorno a video clip vividi e meccaniche di sparatutto, a proposito, piuttosto semplici. Tuttavia, la storia raccontata, e il mondo aperto nel suo insieme, e persino i personaggi, possono essere classificati solo “quattro”. In alcuni punti, sembra che Rage 2 ripeta in quasi tutti gli aspetti Far Cry 5. Tuttavia, se ti piace una sparatoria semplice con un arsenale XXL, ti troverai abbastanza bene qui.

Vantaggi

gameplay sparatutto semplice
enorme parco giochi per i fan dell’azione

svantaggi

trama debole e personaggi senza spina dorsale
il mondo aperto sembra troppo vuoto

Leggi anche:


[ad_2]

Source https://ichip.ru/gejming/zhelezo/obzor-igry-rage-2-zhestokaya-boynya-v-pustyne-588222