Grande fratello in tasca: Apple ammette di seguire i suoi utenti da due anni

Blog

[ad_1]

Non molto tempo fa, la società americana Apple ha annunciato il lancio di un servizio per il controllo delle gallerie fotografiche degli utenti dei suoi gadget per l’archiviazione di contenuti vietati relativi agli abusi sui minori.

Questa notizia ha suscitato molte polemiche su dove si trova il confine tra la protezione dei bambini e la sorveglianza totale degli utenti. Ma, come si scopre ora, le cose sono persino peggiori di quanto previsto dai sostenitori della privacy.

I rappresentanti di Apple hanno ammesso che il sistema CSAM, simile a quello appena lanciato su iPhone, funziona da molto tempo in un altro servizio Apple: iCloud Mail. Si scopre che l’azienda americana ha guardato tutte le email dei suoi utenti per due anni! Inoltre, Apple ha affermato che stava verificando “altri dati”, senza specificare di cosa si trattasse.

In poche parole, i proprietari di iPhone, iPad, Mac e tutto il resto con una mela sul coperchio dovrebbero essere preparati che se Apple non sta già guardando qualcosa, lo farà sicuramente nel prossimo futuro. Nel frattempo, gli esperti hanno criticato lo schermo dell’iPhone 12 per il giallo e la mancanza di levigatezza.

Fonte: pocketnow.com

Iscriviti al nostro canale Zen per non perdere le novità più interessanti.


[ad_2]

Source https://ichip.ru/novosti/bolshoj-brat-u-tebya-v-karmane-apple-priznalas-chto-uzhe-dva-goda-sledit-za-svoimi-polzovatelyami-760972